[CYBERTOOL] Cyber Security Awareness: qual è il grado di sensibilità dei tuoi collaboratori sulla sicurezza informatica? 

In un’era caratterizzata da un’intensificazione degli attacchi informatici, le aziende si trovano sempre più esposte a minacce che sfruttano non tanto le vulnerabilità dei sistemi, quanto piuttosto quelle umane. Come emerge dall’articolo introduttivo, la maggior parte di questi attacchi si basa su tecniche di social engineering, le quali, sfruttando disattenzioni e negligenze umane, riescono a infiltrarsi all’interno delle strutture organizzative per appropriarsi di dati sensibili. Le azioni quotidiane, come cliccare su un link in una email apparentemente legittima, aprire un allegato da un mittente sconosciuto o utilizzare una chiavetta USB di provenienza incerta, possono sembrare innocue, ma sono in realtà potenziali porte d’accesso per malintenzionati. Di fronte a questi rischi, diventa imperativo che ogni individuo dotato di un dispositivo connesso alla rete interna sia dotato di una solida consapevolezza sulla cyber security, al fine di proteggere non solo se stesso, ma l’intero ecosistema aziendale.

Cyber security awareness: cosa significa? 

Con questo termine si fa riferimento al concetto di consapevolezza del personale in forza dell’azienda rispetto a quelle che sono le caratteristiche, i contenuti e le criticità della sicurezza IT interna. 

Avere un adeguato livello di consapevolezza informatica significa conoscere:

  • i rischi in cui si può incorrere
  • le relative conseguenze
  • i metodi di prevenzione o di mitigazione

In quest’ambito, i lavoratori assumono il ruolo di figure centrali per il mantenimento della sicurezza informatica aziendale poiché, quotidianamente, dovrebbero applicare quanto disciplinato nelle policy security aziendali

È importante sottolineare che questo riguarda tutto il personale, tanto i dipendenti quanto le figure manageriali che, assumendosi un alto livello di responsabilità richiesto dalla loro carica, hanno accesso ad un elevato numero di informazioni sensibili relative al business aziendale. 

La formazione come strumento di garanzia della sicurezza IT aziendale

L’azienda deve garantire una formazione continua al personale attraverso percorsi che si sviluppino adeguatamente, fornendo anche materiale completo e aggiornato, nonché predisponendo periodiche esercitazioni per testare ed aumentare la cultura della cybersecurity. 

Questo permette all’azienda una maggiore proattività nel rilevare e rispondere agli incidenti. 

Inoltre, è fondamentale che vengano condivise con tutto il personale policy aziendali chiare, semplici e complete, unitamente ad un continuo confronto con il personale IT volta a chiarire dubbi e ad approfondire eventuali casistiche rischiose. 

In base al profilo organizzativo dell’azienda, la formazione potrà essere strutturata su più livelli: dapprima verranno condivise le informazioni base più comuni (per esempio come devono essere protetti i computer, come conservare le credenziali di accesso al proprio account o come comportarsi in caso di e-mail sospette), per poi focalizzarsi su tematiche più complesse (come l’individuazione delle soluzioni di controllo e prevenzione più adeguate, oppure come rispondere efficacemente ad un attacco hacker). 

CYBERTOOL – Cyber security awareness

"*" indicates required fields

La tua azienda ti ha consegnato un Regolamento ICT o delle policy di sicurezza aziendale?*
Hai mai partecipato a corsi di formazione su privacy e sicurezza informatica in azienda?*
Le security policy e i corsi di formazione sono chiari ed utili?*
Il pc che utilizzi per eseguire le tue attività è ad esclusivo uso personale?*
Per accedere al tuo pc utilizzi delle credenziali di accesso?*
Come custodisci le tue credenziali di accesso?*
Come hai scelto la tua password?*
Se i tuoi colleghi devono accedere al tuo pc quando non sei a lavoro…*
Chi ti fornisce i supporti digitali per memorizzare i documenti?*
Usi la mail anche per questioni personali (ad esempio per iscriverti a newsletter)?*
In caso di prolungata assenza da lavoro, è impostato un messaggio automatico?*
Navigazione online: è libera o la tua azienda ha impostato dei blocchi?*
Il tuo ufficio utilizza un gruppo whatsapp o simili per comunicare?*
Come è gestita la tua postazione di lavoro?*
Come vengono distrutti i documenti cartacei?*
Nome*

PER QUANDO HAI TEMPO E VOGLIA DI APPROFONDIRE